Diffamarono Rossella Brescia, speaker condannati

Marco Mazzoli e Gilberto Penza, nel corso della trasmissione radiofonica Lo zoo di 105, fecero insinuazioni a sfondo sessuale nei confronti della showgirl: dovranno pagare 31 mila euro di risarcimento totale.

bresciaNel corso di una trasmissione radiofonica presero di mira la ballerina Rossella Brescia pronunciando frasi diffamatorie a sfondo sessuale. Per questo i due speaker Marco Mazzoli e Gilberto Penza, nel corso della trasmissione Lo zoo di 105 in onda su Radio 105, sono stati condannati al pagamento di una multa dell’importo rispettivamente di 15 mila euro e mille euro. La pena è sospesa e subordinata al pagamento di un risarcimento di complessivi 15 mila euro in favore della showgirl. Lo ha stabilito il giudice monocratico del tribunale di Roma. I due erano accusati di diffamazione per le dichiarazioni fatte nella puntata dell’8 ottobre del 2012. Parlando della Brescia (leggi qui l’intervista di LetteraDonna alla showgirl), gli speaker fecero pesanti riferimenti ad una presunta relazione della donna con un dirigente Mediaset. Mazzoli in particolare affermò: «Ha inventato sicuramente un modo per arrivare in televisione senza dovere fare la gavetta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti, Top news Argomenti: , , Data: 13-01-2016 07:23 PM


Una risposta a “Diffamarono Rossella Brescia, speaker condannati”

  1. Laura scrive:

    Questa donnaccia deve solo vergognarsi!
    Non le basta copiare gli altri nel suo programma da 4 soldi, se qualcuno gli fa notare il plagio inizia a far la vittima e querela tutti.
    Querela anche me che ti dico che come ballerina sei mediocre e hai fatto carriera dandola a Cenci e Cannito…. QUANTO FAI SCHIFO!

Lascia un Commento

*