Metti una bambola tra le braccia di un pedofilo

Dal Giappone arrivano le sex dolls che riproducono le fattezze di bambini di 5 anni. Secondo il loro produttore, aiutano gli acquirenti a placare i loro istinti. Ma non tutti sono d'accordo.

Hands for inflatable sex dolls are pictured at Ningbo Yamei plastic toy factoryL’immagine di un bambino seduto tra le braccia di un pedofilo è disturbante: anche quando il bambino in questione, in realtà, non è in carne e ossa, ma solo una sofisticatissima bambola che riproduce alla perfezione le fattezze di un essere umano. Ma Trottla, l’azienda giapponese che le produce, promuove una linea ben precisa: il rimedio alla pedofilia passa proprio da queste bambole. Un tema caldo, anche alla luce delle recenti polemiche su sesso e robot.

PLACARE GLI IMPULSI
Ad affermarlo, intervistato da The Atlantic, è il fondatore dell’azienda, Shin Takagi. Lui stesso prova pulsioni pedofile, ma non le ha mai messe in pratica. Ed è fermamente convinto che i bambini, quelli veri, debbano essere protetti. Le bambole da lui prodotte avrebbero proprio questo obiettivo: incanalare il «fetish» (così lo definisce Takagi) verso fantocci inanimati, allo scopo di preservare le persone.

FUNZIONEREBBE O NO?
Non tutti, però, sono convinti che l’idea di Takagi possa davvero funzionare. I ricercatori dell’università di Toronto ritengono che, mentre alcuni pedofili potrebbero effettivamente trovare piena soddisfazione nella loro bambola, in altri si accentuerebbe il senso di frustrazione. Accrescendo così il desiderio di molestare un bambino vero. Senza contare che le bambole prodotte da Takagi sono tutt’altro che salutari, essendo prodotte con solventi e materiali altamente cancerogeni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 12-01-2016 06:49 PM


Lascia un Commento

*