La violentava terrorizzandola con riti satanici

Le diceva di essere Satana e che avrebbe ucciso i suoi genitori se non avesse avuto rapporti sessuali con lui. Un 42enne è finito in manette dopo la denuncia della sua giovane vittima.

ritual-satanico1Le diceva di essere il diavolo e che avrebbe ucciso i suoi genitori se non avesse fatto tutto quello che voleva. Poi, dopo aver acceso candele e incenso, l’aveva costretta anche a stringere un patto di sangue con il maligno. A tutto questo, come se non bastasse, si devono aggiungere le violenze psicologiche oltre che sessuali.

INCUBO FINITO
L’incubo che una ragazzina di 14 anni era costretta a vivere si è interrotto tre giorni fa, con l’arresto di quel ‘Satana’ che le aveva reso la vita impossibile. L’uomo, 42 anni di origini napoletane con qualche precedente per lesioni, è stato fermato martedì 5 gennaio 2016 nel milanese su disposizione del pm Cristian Barilli, titolare dell’indagine condotta dall’Unità Tutela Donne e Minori della Polizia Locale coordinata dal comandante Tullio Mastrangelo e guidata dal commissario Francesco Podini. Il 42enne è stato fermato dopo che, da alcune intercettazioni, aveva dichiarato la sua intenzione di andare a Napoli e far perdere le sue tracce.

FERMO CONVALIDATO
Dopo un primo accurato interrogatorio il gip Manuela Cannavale ha convalidato il fermo e disposto la custodia cautelare in carcere con l’accusa di violenza sessuale aggravata. Durante le perquisizioni nell’abitazione dell’uomo sono stati sequestrati manuali sui riti satanici, candele, incenso e altro materiale relativo a magia ed esoterismo. Anche perché, secondo una prima ricostruzione, la relazione ‘satanica’ tra l’uomo e la sua giovane vittima durava da maggio 2015. Poi la 14enne ha trovato il coraggio per denunciare gli abusi subiti facendo scattare le manette per il 42enne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , , Data: 08-01-2016 06:45 PM


Lascia un Commento

*