«Insegniamo agli immigrati come rispettare le donne»

All'indomani delle violenze avvenute in Germania, il ministro belga Theo Francken vuole introdurre dei corsi che spieghino agli uomini che vivono nei centri di accoglienza «come comportarsi» con l'altro sesso.

04693526Secondo quanto riportato dal quotidiano Het Nieuwsblad, il segretario di Stato del Belgio per l’asilo e l’immigrazione Theo Francken, vuole introdurre nel Paese dei corsi per insegnare ai migranti come comportarsi ‘rispettosamente‘ con le donne: «Prendiamo ad esempio il modello norvegese introducendo le lezioni in tutti i nostri centri d’accoglienza nelle prossime settimane», ha affermato. Secondo il segretario, molti giovani arrivano in Belgio ‘single’ e non sono abituati ai contatti con le donne: «Non è stigmatizzante, ma è necessario», ha dichiarato alla televisione pubblica francofona.

LE POLEMICHE, «RAZZISMO SUBDOLO»
Theo Francken, membro della N-VA, partito nazionalista fiammingo, è stato accusato di ‘navigare’ sull’emozione suscitata dalle aggressioni sessuali verificatesi in Germania a Capodanno: «Sono inorridito dagli eventi a Colonia, anche se bisogna stare attenti perché non vi è alcuna prova che si tratti di richiedenti asilo», ha dichiarato a Sudpresse. La proposta ha suscitato diverse polemiche da parte soprattutto della sinistra belga. Isabelle Simonis, ministro socialista per i diritti delle donne e le pari opportunità nella Federazione Vallonia-Bruxelles, ha affermato indignata che si tratta di «un’iniziativa inappropriata che nasconde un razzismo subdolo». E ha aggiunto che la violenza sulle donne è commessa da individui o gruppi «di ogni origine sociale, etnica o nazionale e non si può, in nome dei diritti delle donne, creare delle nuove discriminazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , , Data: 08-01-2016 03:51 PM


Lascia un Commento

*