Un altro dramma in sala parto

Dopo il caso di Angela Nesta, tragedia a Bassano del Grappa: una donna di 35 anni è deceduta in sala travaglio mentre i medici tentavano di farle espellere il feto che aveva perso. Si tratterebbe di un'embolia polmonare.

martal

Un altro dramma in sala parto. Dopo il caso di Angela Nesta e della sua bimba decedute all’ospedale Sant’Anna di Torino, un’altra storia drammatica arriva da Bassano del Grappa, nel vicentino, dove la sera del 30 dicembre una donna di 35 anni è morta insieme al bimbo che portava in grembo. Il decesso di Marta Lazzarin, nota blogger di viaggi e turismo come il suo compagno, secondo le prime ricostruzioni, «potrebbe essere dovuto a un’embolia polmonare», come ha spiegato al Giornale di Vicenza il direttore sanitario Enzo Apolloni. Una complicanza dovuta probabilmente alla morte del feto, avvenuta, si teme, due giorni prima dell’ulteriore dramma.

AVEVA PERSO IL BAMBINO
La 35enne, al settimo mese della sua prima gravidanza, era entrata al pronto soccorso di Bassano del Grappa martedì verso le 12 accusando perdite da due giorni, un forte mal di testa e la febbre alta. Un’ecografia ha subito evidenziato l’assenza del battito del piccolo, diagnosticando quindi la morte del feto, avvenuta per cause ancora sconosciute.

UN ARRESTO CARDIACO IN SALA OPERATORIA
Marta è stata quindi ricoverata e sottoposta a una terapia antibiotica. Alle 13.30 ha avvertito le contrazioni che le avrebbero permesso di espellere il piccolo senza vita. Ma il dramma non era finito: lamentando forti dolori, la donna viene portata in sala travaglio, ma alcune ore dopo la situazione precipita: Marta accusa mancanza di fiato e comincia a sudare. Subito viene allertata l’intera equipe medica ma, nonostante tutte le manovre di rianimazione, la donna va in arresto cardiaco e viene dichiarata morta attorno alle 19. Attesa un’autopsia per chiarire l’accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , Data: 31-12-2015 12:07 PM


Lascia un Commento

*