Corte d'Appello dice sì alle adozioni omosessuali

Confermata la sentenza del tribunale dei Minorenni di Roma che nell'agosto del 2014 aveva riconosciuto per la prima volta in italia la stepchild adoption.

portrait of beautiful lesbian couple holding their babySvolta importante per tutte le coppie omosessuali italiane che hanno intenzione di adottare un figlio. Mercoledì 23 dicembre 2015 la Corte d’Appello di Roma ha infatti confermato la sentenza del tribunale dei Minorenni di Roma  che nell’agosto del 2014 aveva riconosciuto la stepchild adoption, ovvero l’adozione di una bimba da parte della compagna della madre. Lo ha reso noto l’avvocato della coppia omossessuale Maria Antonia Pili.

PRIMA ADOZIONE
La coppia di donne, che vive a Roma dal 2003, ha avuto una bimba all’estero tramite la procreazione assistita eterologa. Le due donne avevano percorso questa strada per realizzare un progetto di genitorialità condivisa. Per portarlo al termine le due donne si erano rivolte al Tribunale dei Minorenni di Roma che aveva accolto il ricorso presentato per ottenere l’adozione della figlia da parte della mamma non biologica. Le due donne, sposate all’estero, si erano rivolte all’Associazione italiana avvocati famiglia e minori, per procedere con il ricorso per l’adozione. Mercoledì 23 dicembre è arrivata anche l’approvazione in Corte d’Appello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: Data: 23-12-2015 06:39 PM


Lascia un Commento

*