Le pagine del nostro Natale

di Giuliana Gambuzza
La scrittrice Rossella Calabrò consiglia dieci libri da mettere sotto l'albero. Da Elvira Seminara a Cheryl Strayed, passando per Roddy Doyle e Michela Murgia, ce n'è per tutti i gusti.

Rossella-CalabròA ciascuno il suo. Non è solo il titolo di un romanzo di Leonardo Sciascia, ma anche un valido consiglio quando si tratta di mettere un bel libro sotto l’albero di genitori, colleghi, zie e fidanzati. Un romanzo, di per sé, è un regalo di Natale dal costo contenuto e di sicuro effetto. Ma bisogna scegliere quello giusto. Per non sbagliare, ecco i suggerimenti di Rossella Calabrò, giornalista per Glamour e Vanityfair.it e scrittrice. Tra i suoi libri, Di matrigna ce n’è una sola (Sonzogno) e la trilogia ironica, edita da Sperling&Kupfer, Cinquanta sbavature di Gigio, Cinquanta smagliature di Gina e Cinquanta sbavature di Gigio – il film. La sua ultima pubblicazione, per EmmaBooks, è Farfalle sullo stomaco. L’autrice milanese è anche curatrice del blog di recensioni di libri Colibrì.

1. atlante-abiti-smessiPER LA MAMMA
Titolo: L’atlante degli abiti smessi di Elvira Seminara (Einaudi, pp. 184, 17 euro).
Trama: Dopo la scomparsa dell’ex marito, Eleonora fugge a Parigi, da dove tenta di riavvicinarsi alla figlia Corinne mandandole l’inventario dell’armadio che ha lasciato nella casa di Firenze. Un’occasione per rivelarsi tra gonne e camicette.
Consigliato perché: Racconta, con eleganza e incanto e arguzia, di scelte nella vita e del rapporto madre-figlia, attraverso un grande armadio.

2. RavelPER IL PAPÀ
Titolo: Ravel di Jean Echenoz (Adelphi, pp. 116, 10 euro).
Trama: È la biografia romanzata del pianista francese vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento, autore di composizioni come il Bolero.
Consigliato perché: È la storia del celebre musicista raccontata con una scrittura preziosa e decisamente maschile nelle sue descrizioni precise, nei suoi dettagli più maniacali.

3. rover-salva-natalePER LA FIGLIA
Titolo: Rover salva il Natale (Salani, pp. 152, 11 euro) o un qualsiasi altro libro per ragazzi di Roddy Doyle.
Trama: Rudolph, la renna più fidata di Babbo Natale, è in sciopero. Così un elfo cerca di convincere il cane Rover, l’unico in grado di salvare il Natale, a lavorare gratis per una notte.
Consigliato perché: I libri di Doyle sono meravigliosi e a loro modo rivoluzionari.

4. gggPER IL FIGLIO
Titolo: Il GGG di Roald Dahl (Salani, €12).
Trama: Sofia viene portata via di notte nel Paese dei Giganti. Per fortuna, a rapirla è il Grande Gigante Gentile, che è vegetariano e non la mangerà. Riusciranno insieme a sconfiggere i temibili colleghi del GGG?
Consigliato perché: L’ideale sarebbe regalare a figlio e figlia due titoli di Doyle, per far sì che poi se li scambino da bravi fratelli. Se invece i due hanno librerie rigorosamente separate, per lui l’intreccio perfetto è quello de “Il GGG”.

5. ChirùPER LA MIGLIORE AMICA
Titolo: Chirù di Michela Murgia (Einaudi, pp. 200, 18,50 euro).
Trama: Eleonora incontra il diciottenne Chirù, di 20 anni più giovane di lei, e ne diventa prima maestra di cucina, arte, affetti; poi, amante.
Consigliato perché: È un libro scritto con una sensibilità incredibile, per ringraziare la nostra migliore amica della sua.

4675-Sovra.inddPER IL FIDANZATO
Titolo: Wild di Cheryl Strayed (Piemme, pp. 406, 18,50 euro).
Trama: Una giovinezza complicata, la morte della madre, un matrimonio finito: è questo che, a soli 26 anni, Cheryl si trova ad affrontare. Lo farà attraversando l’America più selvaggia per migliaia di chilometri.
Consigliato perché: Il libro narra il viaggio a piedi, da sola, di una donna speciale. Perché a essere wild non sono solo gli uomini. Anzi.

7. il-meglio-di-mePER LA SUOCERA
Titolo: Il meglio di me di Nicholas Sparks (Frassinelli, pp. 416, 17 euro).
Trama: Amanda e Dawson, che avevano vissuto un’intensa storia d’amore quando andavano al liceo, si ritrovano anni dopo al funerale di un amico. Subito il passato ritorna con la forza dirompente del presente.
Consigliato perché: Se la suocera appartiene alla categoria dei parenti molesti, è ideale un romanzo con un finale così ipocrita che leggerlo è una punizione. E assicura una decina di cene in meno da scontare.

8. il-generale-nel-suo-labirintoPER IL CAPO
Titolo: Il generale nel suo labirinto di Gabriel García Márquez (Mondadori, pp. 256, 9 euro).
Trama: Gravemente ammalato, il generale Simón Bolívar, l’uomo che ha aiutato l’America Latina a liberarsi dalla dominazione spagnola, ripercorre la sua vita, fatta di battaglie ma anche di molti amori.
Consigliato perché: La storia è romanzata meravigliosamente ma con estrema precisione.

9. sembrava-una-felicitàPER LA VICINA DI CASA
Titolo: Sembrava una felicità di Jenny Offill (NN Editore, pp. 162, 12,80 euro).
Trama: Una giovane scrittrice vede le sue ambizioni schiacciate sotto il peso di un matrimonio infelice e di una maternità che la getta nella solitudine.
Consigliato perché: È un romanzo particolare, dolce e spietato, sulla vita familiare.

10. Riparare-i-viventiPER LA ZIA
Titolo: Riparare i viventi di Maylis de Kerangal (Feltrinelli, pp. 224, 13,60 euro).
Trama: Un incidente stradale fa andare l’adolescente Simon in coma irreversibile. Di lui, adesso, non resta che salvare il cuore che, donato, potrà battere in una nuova vita.
Consigliato perché: È una storia terribile ma scritta con uno stile, un’eleganza, una forza e una delicatezza che incantano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*