Evadere sfilando

Bar Refaeli sarebbe stata interrogata dal fisco israeliano per 12 ore. Gli inquirenti la accusano di non aver versato tasse per il valore di 250 mila euro.

3434_bar_refaeliGrossi guai per Bar Refaeli. La supermodella israeliana è finita nel mirino del fisco per una sospettata evasione milionaria. La conferma ufficiale sarebbe arrivata nel tardo pomeriggio di giovedì 17 dicembre 2015.

ORE CONTATE
I media israeliani riportano di un interrogatorio durato ben 12 ore in cui la star internazionale delle passerelle, insieme alla madre Tzipi, è stata messa sotto torchio dagli inquirenti del fisco. Sotto la lente d’ingrandimento ci sarebbero gli introiti degli ultimi anni della modella. Il sospetto è che Bar Refaeli e la madre abbiano evaso somme per circa un milione di shekel (oltre 250 mila euro), ottenendo sconti su beni di lusso e altri regali soggetti a tassazione. Una cifra comunque esigua rispetto ai 58 milioni di dollari che la top model, secondo la rivista People With Money, avrebbe intascato solo nel 2015.

ULTIMA DIFESA
Sempre secondo i media locali, la Refaeli si sarebbe difesa affermando di essere un’espatriata e per questo in diritto di pagare meno tasse. Bar Rafaeli e la madre, in attesa che le indagini vengano concluse, sono state rilasciate su cauzione. Il tribunale di Tel Aviv ha poi stabilito che nei prossimi sei mesi alla modella sia impedito lasciare il Paese se non con il consenso delle autorità fiscali. Anche se arrivasse il beneplacito, l’ex fidanzata di Leonardo Di Caprio per partire da Israele dovrebbe anche fornire un deposito precauzionale di 250 mila shekel (61 mila euro) e una garanzia addizionale di 500 mila shekel (122 mila euro) versati da una seconda persona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti, Top news Argomenti: , , Data: 17-12-2015 06:27 PM


Lascia un Commento

*