La seduttrice della Jihad

Secondo l'Fbi, Tashfeen Malik avrebbe sposato Syed Farook con l'obiettivo di convincerlo a compiere un attentato. Se ciò fosse vero, potrebbero esserci altre donne negli Usa impegnate in un'opera di radicalizzazione dei mariti.

California ShootingsPrima l’ha sedotto, e poi l’ha convinto a compiere un attentato. Tashfeen Malik, autrice della strage di San Bernardino insieme al marito Syed Farook, non avrebbe agito tanto per amore, come sospettato in precedenza, quanto piuttosto seguendo un piano ben preciso che aveva come obiettivo quello di sposare un cittadino americano suscettibile al fascino dell’Islam radicale, entrare negli USA e seminare il terrore.

IL PIANO
Sarebbe questa la pista che, secondo la Stampa, è attualmente al vaglio degli investigatori. Qualora si rivelasse fondata, Tashfeen Malik potrebbe avere dato a Syed la spinta definitiva sulla strada della radicalizzazione. Secondo alcune fonti, Syed aveva già pensato di pianificare un attentato nel 2012 insieme a un amico, Enrique Marquez. Se i due fossero già in contatto con organizzazioni terroriste estere, però, è ancora da appurare. Più probabile, invece, che sia stata proprio Tashfeen a convincere Syed ad agire una volta per tutte. Anche nel suo caso non è ancora chiaro se la sua radicalizzazione si sia verificata in maniera autonoma o grazie alla pressione di altri gruppi terroristici.

QUANTE COME LEI?
Del passato di Tashfeen si sa che era nata in Pakistan, cresciuta in Arabia Saudita e laureatasi ad Islamabad. Nella stessa città aveva preso a frequentare una moschea, dove potrebbe essere entrata in contatto con le frange estremiste. A quel punto si sarebbe iscritta a un sito di dating online riservato ai musulmani più ferventi, per trovare un marito e trasferirsi quindi negli Stati Uniti. Le autorità, a questo punto, temono soprattutto una cosa: che le spose della Jihad arrivate sul territorio USA possano essere molte di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*