«Ecco come ho ritratto i sex offenders»

I molestatori sessuali negli Stati Uniti devono stare lontani da tutti i luoghi pubblici frequentati da bambini. Ecco il progetto fotografico di Sofia Valiente che ne racconta le esistenze, vissute in una sorta di esilio perpetuo.

La loro fedina penale è macchiata da alcuni tra i reati più odiosi in assoluto: molestie e violenze sessuali, spesso perpetrati ai danni di bambini. Negli Stati Uniti, una legge li costringe a vivere lontano da tutti quei luoghi frequentati dai bambini: scuole, biblioteche e giardini pubblici sono terra bruciata. Trovare un’abitazione per queste persone è difficile, quasi impossibile, e spesso sono relegati a quello che è un vero e proprio esilio. Come capita agli abitanti di Miracle Village, vero e proprio carcere a cielo aperto. La fotografia Sofia Valiente ha realizzato un progetto fotografico che ritrae le vite solitarie di queste persone. Ce lo racconta SexTelling.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, foto, Gallery Argomenti: , , , , Data: 14-12-2015 12:42 PM


Lascia un Commento

*