Obama diventa scimmia in Russia

Prodotto da una nota catena russa, il tagliere ritrae il presidente Usa come un primate. Dopo la denuncia dell'ambasciata americana l'oggetto è stato ritirato ma con qualche polemica.

Chi pensava che la guerra fredda tra Stati Uniti e Russia fosse finita nel 1991 con la caduta dell’Unione Sovietica si dovrà ricredere. Le nuove tensioni tra Washington e Mosca sarebbero dovute a un tagliere. Non un semplice pezzo di legno, ma un vero e proprio ‘pezzo d’arte’ che raffigura il presidente Usa Barack Obama come una scimmia. Dopo che l’oggetto in questione è stato scoperto, l’ambasciata americana a Mosca ha subito mosso un reclamo ufficiale al Cremlino.

IL TAGLIERE
A produrre l’oggetto è stato Bakhetle, una nota catena di supermercati specializzati in prodotti tartari. «È disgustoso prendere atto che manifestazioni di smaccato razzismo abbiano spazio sugli scaffali russi», ha scritto Will Stevens su Twitter postando la foto del tagliere. La denuncia dell’ambasciatore Usa, subito ripresa da alcuni media russi, ha portato la catena a ritirare il prodotto e a scusarsi ufficialmente per evitare un incidente diplomatico. Sempre sul social Stevens ha pubblicato la lettera con cui Bakhetle faceva notare la sua mancanza.

LA REPLICA
«È solo una tavoletta con delle scimmie se digitate ‘scimmiette buffe’ su Yandex (motore di ricerca russo ndr) troverete molte di queste immagini: non si dice da nessuna parte sulla tavoletta che si tratta di Obama», ha tuttavia replicato il direttore commerciale della compagnia Kirill Naumenko, alla radio Russian News Service.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti, Top news Argomenti: , , , Data: 11-12-2015 04:11 PM


Lascia un Commento

*