Il sogno perduto di Kabul

Burqa e integralismo islamico? Storia recente. Ecco una serie di foto che dimostrano come fino agli Anni 70 l'Afghanistan fosse un Paese moderno, dove donne e uomini godevano di pari diritti e opportunità.

afghanistan40Se oggi pensiamo all’Afghanistan, le prime immagini che ci vengono in mente sono quelle di donne coperte dal burqa, di città grigie devastate da bombardamenti e attentati e circondate da un deserto che si estende a perdita d’occhio. Ma non è sempre stato così: fino alla fine degli Anni 70, e cioé prima che il Paese venisse sconvolto da una serie di colpi di Stato che culminarono con l’invasione dell’URSS e, nel 1992, con la presa del potere da parte dei Talebani, Kabul era una città moderna, con tratti simili a quelle occidentali e dove uomini e donne, liberi da veli e lunghe barbe, potevano frequentare insieme l’università. Lo dimostrano queste foto che Mohammad Qayoumi, cresciuto in Afghanistan tra gli Anni 60 e 70, ha raccolto in una pagina Facebook per ricordare che le sorti dell’Afghanistan avrebbero potuto essere molto differenti. Aeroporti, giardini, alta moda, ricerca scientifica: tutto perduto. E, fino a oggi, dimenticato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, foto, Gallery Argomenti: , , , , , Data: 04-12-2015 11:50 AM


Lascia un Commento

*