Quando lei violenta lui

Avry Ramey è un ragazzo 23enne della Florida che ha trovato il coraggio di raccontare l'abuso sessuale subito dalla fidanzata. Il suo scopo è dare coraggio a tutte le vittime di casi simili.

Avry-Ramey«Mi sono sentito uno schifo. Quella sensazione è durata per giorni, mi veniva da piangere». Con queste parole la vittima di un abuso sessuale ha descritto la propria esperienza. Che, però, ha una particolarità: a parlare non è una donna, come viene istintivo pensare, ma un uomo. Che qualche anno fa è stato violentato dalla sua fidanzata e solo ora ha trovato il coraggio di raccontare la propria storia.

LEGATO AL LETTO
Avry Ramey ha 23 anni e vive in Florida. La sera in cui tutto è accaduto era nudo sul divano della propria fidanzata e si era accorto subito dallo sguardo di lei che qualcosa non andava. In pochi minuti si è ritrovato con i polsi legati al letto e impossibilitato a muoversi: «Le ho detto di smettere, ma lei ha continuato a fare quello che le pareva». Poi tutto finì. Avry era stato violentato.

RIDERCI SU NON È LA SOLUZIONE
Confessarsi in maniera anonima sul web, sulle pagine del social Whisper, servì a poco. Non tutti i lettori della storia si erano schierati dalla sua parte, anzi: in molti lo ridicolizzarono, mettendone in dubbio la sessualità e la virilità. Anche gli psicologi, d’altra parte, hanno confermato che gli uomini abusati sessualmente da una donna fanno fatica a realizzare quello che gli è successo, perché si tratta di una ‘storia’ che cozza con gli stereotipi sessisti della società che costringe le donne a mostrarsi deboli e gli uomini a essere sempre indiscutibilmente forti e dominanti. I casi simili, anzi, vengono spesso liquidati con una battuta e qualche risata inopportuna. Per questo motivo Avry ha deciso di rendere pubblica la sua storia: per far capire che lo stupro sugli uomini è possibile e per aiutare le vittime di casi simili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 26-11-2015 06:05 PM


Lascia un Commento

*