Vittima di bullismo si racconta

Ryan Wiggins, adolescente inglese affetto da sindrome di Aspenger, gira un video per parlare del suo malessere e degli ostacoli che deve affrontare ogni giorno.

Ryan Wiggins è un adolescente britannico di 14 anni, affetto dalla sindrome di Aspenger, un disturbo dello sviluppo imparentato con l’autismo. Con un bastone per selfie, un cavalletto e una telecamera HD, ha creato il cortometraggio dal titolo Tomorrow per raccontare la sua storia e l’esperienza come vittima di bullismo.

LE SENSAZIONI DI CHI é STANCO DI SUBIRE
Ryan racconta nel video la sua giornata: quando si sveglia alla mattina e riflette sulla sue preoccupazioni, racconta il disagio che prova, le difficoltà che ha a camminare senza inciampare, il ribrezzo nel guardare la sua immagine riflessa nello specchio. Ogni mattina il ragazzo va a scuola come ogni altro adolescente, ma viene preso in giro e umiliato. «Riuscirò a guardarmi allo specchio senza provare disgusto?», si chiede lui. «Forse domani», risponde poi.  Un’associazione che segue le varie forme di autismo ha postato il video su YouTube, un modo per far luce su una realtà sempre più attuale e incoraggiare chi è vittima di violenza fisica e psichica a denunciare i fatti e parlarne.

Immagine anteprima YouTube
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, video Argomenti: , , Data: 25-11-2015 03:36 PM


Lascia un Commento

*