Le bambole bomba dell'Isis

Disinnescati in Iraq 18 ordigni-giocattolo lungo la strada che da Baghdad conduce a Karbala. La strage era progettata per il 3 dicembre, data in cui cade l'Arbaeen, che raduna 20 milioni di pellegrini.

bamboleBambole colorate imbottite di esplosivo lungo la strada che da Baghdad conduce a Karbala.
È l’ultimo orrore dell’Isis, che per mezzo di queste trappole-giocattolo voleva compiere una strage in Iraq il 3 dicembre, data in cui quest’anno cade l’Arbaeen, festività che si celebra 40 giorni dopo l’Ashura per ricordare il martirio di Husayn ibn Ali, l’erede – secondo gli sciiti – del profeta Maometto. A riportare la notizia è l’agenzia di stampa Kuwait News Agency.
Apparentemente inoffensive, colorate per attirare l’attenzione dei pellegrini, a scoprire le 18 bambole-bomba e a disinnescarle sarebbero state le forze di sicurezza irachene di stanza ad al-Hussiniya. La festività è considerata come uno dei più grandi raduni religiosi al mondo, con oltre 20 milioni di fedeli pronti al pellegrinaggio fino alla città di Karbala.

NON SOLO ISIS
Non è la prima volta che nel corso delle ‘nuove guerre’ vengono utilizzati giocattoli esplosivi come armi. Nei Balcani, per esempio, molte bambole e libri venivano trasformati in ordigni esplosivi causando la morte di decine di bambine e bambini innocenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , , Data: 24-11-2015 12:36 PM


Lascia un Commento

*