La fossa comune delle Yazide

Mentre in Europa si piangevano le vittime degli attentati parigini, in Iraq sono stati rinvenuti i resti di cento donne. La strage risalirebbe ad agosto 2014.

Yazidi Protest Against Attacks In IraqCiocche di capelli, brandelli di vestiti, scarpe, frammenti di ossa. I resti di 100 donne Yazide sono stati ritrovati in una fossa comune nel deserto di Sinjar, nella zona nord-occidentale dell’Iraq, non distante dal confine siriano. La tragica scoperta è stata fatta dai miliziani Peshmerga, che hanno liberato la città dal controllo dell’Isis, presente sul territorio da 15 mesi. Secondo Qasim Simo, capo dell’apparato di sicurezza di Sinjar, la strage risalirebbe infatti all’agosto 2014. Lo Stato Islamico avrebbe massacrato migliaia di appartenenti alla minoranza Yazida, considerata ‘eretica’, sottoponendo molte donne e bambine a stupri, torture e umiliazioni. Nella stessa area potrebbero esserci, secondo il capo dell’apparato di sicurezza, altre 15 fosse simili a quella trovata. L’offensiva dei soldati del Kurdistan iracheno era iniziata il 12 novembre, e appoggiata dalla Coalizione internazionale a guida americana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , Data: 18-11-2015 04:49 PM


Lascia un Commento

*