Turchia, donna incinta uccisa dalla polizia

Aveva 44 anni, cinque figli e portava il sesto in grembo: Selamet Yesilmen ha perso la vita nel corso di alcuni scontri a fuoco tra l'esercito turco e un gruppo armato del Pkk curdo.

poliziaDramma in Turchia dove una donna è rimasta uccisa, e altre quattro persone sono rimaste ferite, durante alcuni scontri tra esercito turco e Ydg-h, gruppo armato giovanile del Pkk curdo, avvenuti a Nusaybin, nella provincia sudorientale di Mardin, che si trova da venerdì 13 novembre sotto coprifuoco totale. Selamet Yesilmen, aveva 44 anni e ed era incinta: secondo alcune testimonianze, riportate da media locali, la donna era madre di cinque figli ed era in attesa del sesto bambino. Oltre a uccidere la donna e il piccolo che portava in grembo, i colpi della polizia hanno ferito anche due dei figli della donna, 10 e 14 anni. Alcuni vicini hanno sostenuto di non aver potuto soccorrere la donna e i suoi bambini per circa mezzora, con la polizia turca pronta a sparare a chiunque si avvicinasse alla porta della casa di Selamet, ritardando così possibili soccorsi in maniera fatale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 16-11-2015 11:36 AM


Lascia un Commento

*