La moda ritrovata della contessa

Attraverso abiti, ritratti, fotografie e filmati, una mostra racconta l'affascinante figura di Élisabeth de Riquet de Caraman-Chimay. L'esposizione è Visitabile sino al 20 marzo 2016 a Parigi.

otto_visuel_affiche_retrouchePer la prima volta nella sua storia il Palazzo Galliera di Parigi espone il guardaroba della contessa Greffulhe. La mostra, curata da Olivier Saillard e visitabile sino al 20 marzo 2016, espone oltre 50 abiti, fotografie, ritratti e filmati di una delle donne francesi più belle ed eleganti di sempre. Al termine dell’esposizione parigina La mode retrouvée. Les robes trésors de la comtesse Greffulhe è destinata a volare oltreoceano in direzione New York dove dovrebbe venire ospitata dal Fashion Institute of Technology.

IL PERSONAGGIO
Élisabeth de Riquet de Caraman-Chimay, meglio conosciuta come la contessa Greffulhe e regina incontrastata del Faubourg Saint-Germain, è nata a Parigi l’11 luglio 1860. Figlia del diciottesimo principe di Chimay, Joseph de Riquet de Caraman, e di Marie de Montesquiou-Fézensac, è considerata dai francesi una figura quasi mitica. La donna ha vissuto uno dei periodi più controversi e difficili del Paese, attraversando indenne la fine del Secondo Impero, due Repubbliche francesi e altrettante guerre.

NOBILTÀ DECADUTA
Ma quella di Élisabeth era una famiglia numerosa e nemmeno troppo facoltosa. Così, appena diciottenne, la giovane era stata promessa ad un nobiluomo ricco. Si trattava del visconte (poi conte) Henry Greffulhe di 11 anni più grande di lei. Da quel momento, agli occhi della Francia, Élisabeth de Riquet de Caraman-Chimay è diventata la contessa Greffulhe. Grazie al patrimonio del marito la donna ha iniziato a costruire un’immagine di sé che è rimasta immutata negli anni. Ma la regina del Faubourg Saint-Germain non è stata solo donna frivola e attenta alle apparenze. Élisabeth, infatti, viene ricordata come una donna colta e ironica. Tanto che nel tempo ha intrattenuto amicizie con il fotografo Nadar, il pittore Helleu, e la scienziata Marie Curie.

LA PASSIONE PER LA MODA
Ma la vera passione della contessa Greffulhe è stata la moda. Tanto che la donna ha ispirato, con la sua eleganza sempre impeccabile, i tratti della splendida duchessa di Guermantes, una delle eroine del romanzo Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust. La mostra pariginia è stata pensata proprio per riportare in vita tutto il fascino di una delle figure femminili che aveva stregato Parigi sino al 21 agosto 1952, data della sua morte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*