Il botulino è pericoloso?

La procura di Torino ha ricevuto un esposto da un dermatologo milanese sui suoi effetti collaterali. Il pm ha interpellato il ministero della Salute e dell'Aifa. Ma l'esperto rassicura: «Non demonizziamo».

botulinoIl botulino è pericoloso? La procura di Torino ha ricevuto un esposto da un dermatologo milanese sui suoi effetti collaterali in chirurgia estetica. Il pm Raffaele Guariniello prima di aprire un fascicolo d’indagine, ha chiesto l’interessamento del ministero della Salute e dell’Aifa. I dati in possesso dei due enti mostrano che in 45 casi su 76 totali di reazioni avverse – che riguardano soprattutto patologie agli occhi e al campo visivo – derivano dall’uso di tossina botulinica per scopi estetici.
Secondo i dati forniti dal ministero della Salute al magistrato torinese, l’11% delle reazioni avverse al botulino è classificata come «di tipo grave». Si tratta di casi di diplopia, distalgia, edema, perdita di coscienza, difetto del campo visivo, dispnea e angioedema. I farmaci botulinici utilizzati in Italia sono attualmente tre: tra le verifiche che effettuerà la procura torinese ci sarà quella della segnalazione di tali eventualità nel bugiardino dei prodotti.

«L’ESPERTO: NON DEMONIZZIAMO»
«Bene i controlli, ma non demonizziamo». Ad affermarlo, a proposito dell’esposto alla procura, è il dottor Renato Calabria, docente al Department of Plastic Surgery at the University of Southern California e noto come chirurgo di molte star di Hollywood. «Ben vengano», ha dichiarato l’esperto, «le indagini del pm di Torino Raffaele Guariniello e l’interessamento del ministero della Salute e dell’Aifa, ma non credo si debba demonizzare un farmaco che, se usato correttamente e da professionisti esperti, ha dimostrato ottimi risultati». «Solo negli Stati Uniti» – ha osservato il medico – «6,7 milioni di pazienti si sono sottoposti nel 2014 al trattamento di tossina botulinica e fino ad oggi non vi è nessuna evidenza che il trattamento per ragioni estetiche sia da ritenere a rischio. La maggior parte delle complicazioni sono benigne e transitorie. E non vi sono stati fino ad ora decessi dovuti all’uso del botox per ragioni cosmetiche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , Data: 05-11-2015 07:09 PM


Lascia un Commento

*