Athena, il gadget antistupro

Grande come una moneta, quando viene premuto emette un allarme e invia la posizione del proprietario a una serie di contatti. Disponibile in tre colori (argento, oro rosato e nero), è pensato anche per la sicurezza degli uomini.

athenaokSi chiama Athena, come la dea greca simbolo di forza e combattività, il nuovo dispositivo indossabile per prevenire le violenze sessuali. Realizzato dalla startup Roar for Good, lo wearable si presenta come un bottone dalla grandezza di una moneta che può essere applicato ai vestiti o messo al collo come ciondolo. Il cuore di Athena è un piccolo chip Bluetooth collegato allo smartphone che consente di inviare messaggi di testo. Quando il device viene premuto emette un potente allarme e invia la posizione del suo proprietario a una serie di contatti da avvisare in caso di emergenza. È comunque possibile impostarlo in modo che si limiti a inviare la segnalazione senza suonare. Non solo protezione personale, il gadget ha anche una funzione social: permette infatti di mappare zone poco illuminate o comunque poco sicure. Disponibile in tre colori (argento, oro rosato e nero), è pensato anche per la sicurezza degli uomini.

athenaok2

IL DEVICE REALIZZATO DA UNA DONNA

L’idea di creare un device per prevenire le violenze è di una donna: Yasmine Mustafa, cofondatrice di Roar for Good. L’ideatrice è convinta che donne non apprezzino strumenti per la difesa personale come spray al peperoncino perché, oltre a non essere pratici, possono essere sempre utilizzati contro di loro. Athena è stato finanziato grazie a Indiegogo, uno dei maggiori siti che si occupano di crowdfunding, ovvero di finanziamento collettivo. L’obiettivo iniziale era di raccogliere 40 mila dollari, cifra superata in appena due giorni dal lancio. In due settimane il gadget ha poi racimolato ben 150 mila dollari.

Immagine anteprima YouTube
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*