La passione? Riaccendetela in hotel

Le stanze di albergo, spiega la la psicoterapeuta Kerner, sono ottimi posti in cui ravvivare il desiderio. Lontani da stress, foto dei figli e bollette in camera aumenta la dopamina, che gioca un grande ruolo nell’eccitazione.

hotelSe la passione con il vostro marito o compagno non è più quella di una volta, il consiglio della psicoterapeuta e consulente sessuale Ian Kerner potrebbe fare al caso vostro: passate una notte in hotel. Sì, perchè gli hotel, sostiene l’esperta, sono ottimi posti in cui fare l’amore staccando la spina dalla routine quotidiana.

VIA LIBERA ALLA DOPAMINA
Il motivo? La novità della stanza di albergo – che per una notte vi allontana da casa, figli e preoccupazioni – stimola la trasmissione di dopamina nel cervello, che gioca un grande ruolo nell’eccitazione. All’interno di una camera di hotel, spiega Kerner, ci si sente infatti più inclini al vizio, c’è qualcosa di lussurioso e languido. I clienti, tra comfort e servizio in camera, hanno uno spazio per rilassarsi e sfuggire agli stress quotidiani.

NIENTE FOTO DEI FIGLI NÈ BOLLETTE
Affinché ci sia eccitazione sessuale, soprattutto nelle donne, è infatti necessario che si spengano le parti del cervello associate ad ansia e stress, perciò le coppie devono trasformare il luogo in cui fanno l’amore in posto privo di distrazioni. L’hotel, quindi, aiuta automaticamente le persone a rilassarsi. Uno spazio lontano dalle preoccupazioni quotidiane, dove non ci sono foto dei figli, bollette da pagare sul tavolo, documenti da leggere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , Data: 05-11-2015 04:33 PM


Lascia un Commento

*