Il Giappone apre alle coppie gay

Con un gesto simbolico il Paese asiatico ha voluto riconoscere il primo nucleo omosessuale della sua storia. Nonostante la legge sia ancora lacunosa per situazioni come questa, il governo nipponico promette grandi cambiamenti.

117581-mdDa giovedì 5 ottobre 2015 Hiroko Masuhara e Koyuki Higashi sono la prima coppia omosessuale riconosciuta del Giappone. Per la prima volta nella sua storia, il Paese asiatico ha rilasciato un certificato di coppia a due persone appartenenti allo stesso sesso. Questa iniziativa, dal valore fortemente simbolico, ha avuto principalmente lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema dei diritti delle comunità Lgbt. I certificati, oltre a Hiroko e Koyuki, sono stati rilasciati anche a coppie con età superiore ai 20 anni a cui è stato richiesto di firmare un documento notarile per confermare la natura amorosa della loro relazione.

RILANCIARE L’IMMAGINE
A consegnare l’attestato alla prima coppia lesbica riconosciuta del Giappone è stato il sindaco del distretto di Shibuya, un quartiere di Tokyo con 217 mila abitanti. Il primo cittadino, nella speranza che l’iniziativa potesse rilanciare l’immagine del sobborgo, ha accettato la richiesta della coppia. Il certificato, per quanto simbolico, dovrebbe dare maggiori diritti a Hiroko e Koyuki oltre che alle altre coppie omosessuali. Su tutti la stipula dei contratti d’affitto e delle polizze assicurative familiari, fino alle visite in ospedale.

LA LEGGE LO VIETA
Attualmente la legge giapponese non riconosce ufficialmente le coppie omosessuali. Tuttavia, grazie a questi certificati,  nel caso in cui una persona o degli enti discriminino le coppie riconosciute, le municipalità potrebbero diffondere pubblicamente i nomi come misura deterrente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , , , , , Data: 05-11-2015 03:18 PM


Lascia un Commento

*