Colombia, via libera alle adozioni gay

La Corte costituzionale del Paese sudamericano, con una sentenza considerata epocale, ha stabilito che le coppie dello stesso sesso non possono venire escluse dalle pratiche per avere un bambino. Ma la Chiesa attacca: «Si sta sfilacciando la famiglia».

PHNLa Corte costituzionale della Colombia ha dato il via libera all’adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso. Con sei voti a favore e due contro, la Corte colombiana ha stabilito che le famiglie omosessuali non possono essere esclusi dalle pratiche per le adozioni. Nella sentenza si precisa che le coppie gay devono rispettare le stesse regole previste per i casi dei genitori eterosessuali.

SVOLTA EPOCALE
«Abbiamo accolto la notizia con molta tristezza». Lo ha detto monsignor Juan Vicente Cordoba, presidente della Commissione per la vita della Conferenza episcopale colombiana, che ha voluto commentare con queste parole la svolta epocale del Paese sudamericano. «Cercheremo di protestare con rispetto ma con molta fermezza nei confronti di una decisione che travolge i diritti dei bambini, visto che vengono scelti e obbligati al fatto che i genitori siano due uomini oppure due donne», ha aggiunto. Il prelato ha poi voluto chiarire che con la legge approvata dalla Corte costituzionale della Colombia «si sta sfilacciando la famiglia, che deve essere costituita da un uomo e una donna». Ma se la Chiesa condanna questa sentenza, dall’altra le leghe Lgbt parlano già di una sentenza storica per il Paese e il mondo intero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , , Data: 05-11-2015 10:50 AM


Lascia un Commento

*