L'orario di punta per una escort? La pausa pranzo

Da quando è iniziato Expo, il business delle pendolari del sesso è aumentato del 20/25% a Milano. Negli hotel a quattro o cinque stelle si consumano incontri da 800 euro in su.

ThinkstockPhotos-80293845Dall’Europa dell’Est al capoluogo lombardo. È un flusso continuo che ogni giorno vede decine di ragazze atterrare agli aeroporti di Malpensa e Orio al Serio per andare a rilassarsi, fare shopping e incontrare amici italiani nella città di Expo 2015. Gli uomini possono essere professionisti di mezza età, imprenditori di successo, direttori di banca, ma anche impiegati disposti a spendere una cifra considerevole pur di bere un cocktail con una bella donna prima di salire in una camera da letto a quattro stelle. Per tanti è la prima volta, per altri un appuntamento che si ripete ogni mese.

VOLI LOW COST, PENDOLARI DEL SESSO
Le turiste del sesso arrivano da Russia, Ucraina, Lettonia, Albania. «Prenotano direttamente la loro stanza da Vilnius, Kiev o San Pietroburgo», racconta il manager di un hotel del centro meneghino alla giornalista di Io donna. «Quando arrivano alla reception si registrano regolarmente, danno le loro generalità e pagano con la carta di credito. Restano per tre o quattro notti e ritornano dopo un paio di mesi. Nel nostro albergo, come in tanti altri del centro storico, le prenotazioni di ragazze sole, provenienti dall’Est Europa, sono aumentate del 25% in occasione di Expo 2015». Il fenomeno delle escort-pendolari è cresciuto esponenzialmente da quando si sono diffusi i voli low cost. Le ragazze che arrivano a Milano si muovono in totale autonomia, creano un rapporto di fiducia con il personale dell’hotel e lasciano una mancia generosa al concierge che chiude un occhio quando deve.

ThinkstockPhotos-80293853LA PAUSA PRANZO, L’ORARIO DI PUNTA
Le ragazze che frequentano gli hotel a quattro stelle sono spesso appariscenti, difficilmente non si fanno notare, per questo un bravo concierge è importante. Quelle che alloggiano negli alberghi a cinque stelle invece sembrano donne in carriera, solo con un fisico perfetto. Alte, bionde, capelli raccolti e abiti firmati si legge nell’articolo pubblicato su Io donna. Per loro i clienti sono disposti a pagare dagli 800 euro in su, ovviamente in base alla compagnia che viene offerta e da quanto tempo si sta insieme. Capita anche che siano proprio gli uomini a chiedere una coperta, come vengono chiamate le escort nel gergo degli hotel. La proprietà della struttura rimane all’oscuro di tutto, mentre tutti gli altri ci guadagnano: l’albergo con le prenotazioni, i dipendenti che arrotondano con gli extra e i clienti che si sentono tutelati e tranquilli. L’orario di punta? «Tra mezzogiorno e le tre, durante la pausa pranzo», dichiarano i manager degli hotel. E quante escort ci sono ogni settimana? «Da quando è cominciato Expo, un paio a settimana» tra quelle che prenotano direttamente una stanza dal loro Paese d’origine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , Data: 26-10-2015 03:49 PM


Lascia un Commento

*