Il figlio annega, ma lei controlla Facebook

Claire Barnett è stata condannata a 5 anni. Ha soccorso il piccolo Joshua solo dopo aver caricato due foto sul social network e risposto a una telefonata del fidanzato.

Claire_Barnett__30_3469172bQualcuno ha paragonato i dispositivi digitali a degli specchi neri in cui si rischia di sprofondare, perdendo la cognizione del mondo attorno a sé. Immagine tristemente e terribilmente adeguata a un caso di cronaca che ha visto una madre inglese condannata a cinque anni di carcere per aver lasciato il figlio annegare mentre lei era intenta a controllare Facebook.

CARICAVA FOTO SU FACEBOOK
La donna si chiama Claire Barnett e ha 31 anni. Al momento dell’incidente, suo figlio Joshua era intento a giocare in giardino. In un momento di distrazione, il piccolo è scivolato in un laghetto lì vicino. Il soccorso della donna, che ha comunque tentato di salvare il piccolo, è giunto troppo tardi. Secondo le indagini, infatti, Claire al momento dell’incidente non solo avrebbe caricato due foto su Facebook, ma anche risposto a una telefonata del fidanzato. Il giudice, proclamando la sentenza, l’ha definita una «cattiva madre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , , , Data: 12-10-2015 06:02 PM


Lascia un Commento

*