L'Economia premia gli uomini

Angus Deaton è il vincitore del Nobel 2015. Nella storia solo una donna ha ricevuto il prestigioso riconoscimento: Elinor Ostrom. Ecco chi era la studiosa dei beni comuni.

elinor-ostromIl premio Nobel per l’Economia è andato ad Angus Deaton, scozzese, classe 1945, professore a Princeton dal 1983. Il neo laureato ha ricevuto il prestigioso riconoscimento «per i suoi studi su consumi, povertà e welfare». Gli altri candidati erano tutti uomini, ma questa non è una novità, come spesso accade anche in altre categorie. Nella storia solo una donna ha avuto l’onore di entrare nell’albo d’oro dei vincitori: la statunitense Elinor Ostrom.

A 33 ANNI LA PRIMA CATTEDRA
Nata a Los Angeles nel 1933, Elinor Ostrom è stata l’unica figlia di una coppia che poco aveva a che fare con la futura specializzazione della bambina. La madre era una designer, il padre un musicista. I genitori si separarono presto così la piccola crebbe per lo più con la mamma. Provenendo da una famiglia modesta e trascorrendo l’infanzia nell’epoca successiva alla Grande Depressione, la futura premio Nobel si definiva «una bambina povera». Nel 1951 completò gli studi alla Beverly Hills High School per poi laurearsi in Scienze Politiche all’Università della California in soli tre anni e con il massimo dei voti. Sposò un suo compagno di classe da cui divorziò qualche anno dopo mentre Elinor stava completando il dottorato sempre in Scienze Politiche che conseguì nel 1965. Nel 1963 divenne la moglie dello studioso Vincent Ostrom che conobbe grazie a un progetto per la gestione delle risorse idriche nella California del Sud su cui stavano lavorando entrambi. Nel 1965 si trasferirono nell’Indiana, dove lui accettò un incarico come professore di Scienze Politiche e lei iniziò a tenere un corso sulla storia dei governi americani.

Elinor Ostrom, Nobel Laureate in Economi

LA LEGGE DI OSTROM
I primi lavori di Elinor Ostrom furono dedicati al ruolo della decisione pubblica e della sua influenza nella produzione di beni e servizi pubblici. Successivamente si concentrò sulle interazioni umane con l’ecosistema circostante e sul mantenimento a lungo termine delle risorse sostenibili tanto che studiò per lungo tempo delle popolazioni locali in Africa e in Nepal per comprendere meglio come evitare il collasso del pianeta per esaurimento delle risorse naturali. I principi formulati dalla Ostrom miravano ad affermare un sistema di gestione autosufficiente collettivo che includesse comunicazione, fiducia interna e reciprocità. Una cornice di un sistema sociale-ecologico è stato il risultato delle teorie sviluppate dalla ricercatrice e dai suoi collaboratori. A questo proposito è passata alla storia come legge di Ostrom quella che Elinor reputava come la base di tutte le sue assunzioni nel campo dei beni collettivi. «Una disposizione delle risorse che funziona in pratica funziona anche in teoria».

US Elinor Ostrom (L) receives the Nobel

IL PREMIO NOBEL
Elinor Ostrom è stata membro dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti e presidente dell’Associazione Americana di Scienze Politiche. Nel 1999 è diventata la prima donna a ricevere il prestigioso premio Johan Skytte in Scienze Politiche come anche nel 2008 quando ottenne il William H. Riker sempre nel campo degli studi politici. Nel 2010 il magazine Utne Reader ha incluso Elinor Reader tra le 25 persone che stanno cambiando il nostro mondo. Nel 2012, anno della sua morte, è stata nominata dal Time come una delle 100 persone più influenti al mondo. Nel 2009 è stata la prima donna a essere insignita del premio Nobel per l’Economia. L’Accademia svedese ha riconosciuto il suo impegno nello studio della governance economica e nella dimostrazione di come i beni comuni possono essere gestiti in maniera soddisfacente dai gruppi che ne usufruiscono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*