Topless e filo spinato

Der Migrant è il titolo del servizio fotografico realizzato da Norbert Baksa che ha come modelle bellissime profughe al confine con l'Ungheria. Ma il web lo considera di cattivo gusto.
Der Migrant.

Der Migrant.

È polemica per il servizio fotografico realizzato da Norbert Baksa, artista ungherese, che ha scelto come set dei suoi scatti il confine di muro spinato del suo Stato e come modelle delle bellissime profughe in topless. Der Migrant è il titolo dell’ultimo lavoro del noto fotografo di moda che ha già collaborato con Cosmopolitan, Elle e Playboy. Sebbene l’intento di Norbert Baksa fosse quello di sensibilizzare le persone sul tema dell’emergenza migranti, l’accoglienza da parte del mondo web e non è stata gelida. Sono piovute critiche per questa rappresentazione del dramma dei profughi realmente presi a spintonate dalla polizia ungherese. Le foto delle ragazze che si fanno i selfie e che vengono caricate dagli agenti sono state considerate di pessimo gusto e hanno suscitato accese polemiche. «Volevo solo offrire un punto di vista differente rispetto a quello proposto dai media», ha spiegato il fotografo ungherese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*