«Quelle due nullità di Fedez e J-Ax»

Maurizio Gasparri in un tweet sarcastico ha attaccato i rapper ospiti a Capitani Coraggiosi. «Ammazzano canzoni di grandi artisti». Ma i due sdrammatizzano con frasi ed emoticons concilianti.

capitani-coraggiosi«Rientrato appena in tempo per vedere 30 secondi di due nullità che ammazzano canzoni di grandi artisti». Così Maurizio Gasparri ha voluto commentare la performance di Fedez e J-Ax ospiti di Gianni Morandi e Claudio Baglioni a Capitani Coraggiosi, programma andato in onda martedì 6 ottobre su Rai 1 (leggi qui l’intervista di Letteradonna.it a J-Ax). Tornato a casa, il vicepresidente del Senato della Repubblica ha così acceso la tivù non gradendo affatto l’esibizione del quartetto canoro. O almeno di quella dei due rapper italiani invitati da Morandi e Baglioni per cantare tutti insieme alcuni loro successi.

RISPOSTA
Fedez e J-Ax non sono comunque caduti nella provocazione rispondendo con parole ed emoticons concilianti. Se il primo ha postato un sobrio «Gasparri fan numero 1», il secondo ha incalzato con «Ormai adoro il tweet cattivo di Gasparri, lo aspetto alla fine di ogni cosa che facciamo, come l’applauso».

GASPARRI VS I FAN
Ben diversa la reazione dei fan, che si sono prontamente scagliati contro Gasparri. Il senatore, noto per non tirarsi mai indietro quando la discussione social si fa bollente, ha così risposto agli ammiratori dei due rapper:

 

 

VECCHIE RUGGINI
Non è comunque la prima volta che Gasparri si lancia in attacchi social. A giugno 2015 il senatore PDL si era scagliato contro Francesca Barra rea di aver definito vergognoso il Family Day 2015. Ma anche Fedez non è nuovo a liti via Twitter. Il rapper e il politico avevano già avuto modo di battibeccare tempo fa. Il tutto era iniziato nel 2014, quando Fedez si era schierato in favore dell’accoglienza dei migranti in Italia. Quella volta Gasparri aveva appellatto il cantante «coso dipinto». Aggiungendo anche: «Uno che tratta così il suo corpo chissà come ha trattato il cervello, credo sia già una gioia non essere ridotti come lui». La risposta era stata tagliente: «Caro Gasparri, io sono sporco all’esterno ma giudicare le apparenze è l’atteggiamento tipico di chi è sporco dentro». Il tutto era continuato salvo poi concludersi tra querele, battute al vetriolo e richieste di risarcimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , , , Data: 07-10-2015 02:59 PM


Lascia un Commento

*