Orlando Bloom visita un campo profughi

Orlando Bloom, ambasciatore di buona volontà per l'Unicef, ha visitato un campo profughi in Macedonia. «Questi bambini hanno viaggiato attraverso uno dei più pericolosi percorsi al mondo».

MACEDONIA-BRITAIN-MIGRANTS-EUROPE-BLOOMBello, bravo e impegnato verso chi soffre. Orlando Bloom, Good Will Ambassador dell’Unicef dal 2009, ha visitato il campo profughi di Gevjelija in Macedonia per conoscere dal vivo la drammatica situazione dei migranti. L’attore si è concentrato sui bambini che «hanno viaggiato attraverso uno dei più pericolosi percorsi al mondo per un rifugiato», ha commentato l’ex fidanzato di Miranda Kerr.

DOPO L’EMERGENZA EBOLA, I MIGRANTI
«Hanno viaggiato a lungo, hanno bisogno di essere sostenuti». Orlando Bloom, padre del piccolo Flynn di quattro anni, è rimasto particolarmente colpito dalla condizione dei profughi e  ha trascorso la maggior parte della visita con i bambini ospitati dalla struttura al confine con la Grecia. «Quando arrivano salvi a destinazione temono per un futuro incerto. Vanno protetti e sostenuti». L’attore, ambasciatore di buona volontà per l’Unicef, durante l’emergenza Ebola, ha visitato la Liberia per scoprire la situazione in uno dei quartieri più poveri di Monrovia. Il bel Legolas del Signore degli Anelli è da anni in prima fila per difendere i più piccoli. In Africa, come alle porte dell’Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*