Una candidata ritoccata

Pur di vincere le presidenziali, Hillary Clinton non avrebbe esitato a ricorrere al chirurgo plastico per migliorare la sua immagine personale. Lo rivela un libro firmato Ed Klein, noto reporter investigativo.

51yeW2wX58L._SY344_BO1,204,203,200_Un candidato alle presidenziali USA deve sempre essere impeccabile. Nel look, nei discorsi, nel tono di voce e nell’espressione del viso. Lo sa bene Hillary Clinton che, secondo quanto rivelato dal libro Unlikeable: The Problem With Hillary, avrebbe fatto un rapido passaggio dal chirurgo plastico per attenuare i segni del tempo sul suo viso di 68enne.

GOSSIP PRESIDENZIALE
Spulciando dietro le quinte della campagna Clinton, il reporter investigativo Ed Klein ha scoperto che la candidata non avrebbe resistito al richiamo del lifting. «Hillary non aveva alcuna intenzione di andare in una clinica per sottoporsi all’intervento e così ha chiesto ad un noto chirurgo plastico di andare a casa sua a Chappaqua, dove è stata allestita una mini-sala operatoria con le attrezzature mediche più all’avanguardia», ha rivelato l’ex direttore del New York Times Magazine.

RITOCCO ACCURATO
Da quanto si legge nel libro, il ritocco  sarebbe stato un vero e proprio intervento. Questo perché la Clinton voleva per il suo viso l’intera procedura valutando i cambiamenti passo dopo passo. «Hillary non voleva qualcosa di troppo drastico e se avesse iniziato a vedersi strana, avrebbe subito bloccato tutto», ha aggiunto Klein. A quanto sostiene lo scrittore, la moglie dell’ex presidente USA si sarebbe fatta alzare le guance, spianare le rughe col Botox e sistemare occhi, collo e fronte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*