«Ho aspettato 40 minuti per un taxi»

Come Claudia Gerini, anche la presidente di Poste Italiane non ha trovato nessun'auto bianca alla stazione Termini. «Ci perdiamo in un bicchiere d'acqua», ha commentato stupita.

916378ff-0fc9-4b25-b4ed-49d853a2d6c1_mediumDopo Claudia Gerini, è toccato anche alla presidente di Poste Italiane. Luisa Todini, di ritorno dall’Expo per parlare dell’Italia agli imprenditori esteri, ha dovuto aspettare 40 minuti un taxi prima di poter tornare a casa. «Il treno da Milano è arrivato alle 19,55 ma io ho raggiunto casa alle 21,10 e abito a soli tre chilometri da stazione Termini», ha dichiarato stupita l’ex eurodeputata di Forza Italia. «E non era nemmeno giornata di sciopero».

QUARANTA MINUTI PER TRE CHILOMETRI
«Non c’erano taxi in piazza dei Cinquecento e le persone in fila erano almeno duecento», ha spiegato alla stampa la presidente di Poste Italiane che dopo aver atteso venti minuti alla stazione, durante i quali è passata una sola auto bianca, ha deciso di spostarsi verso piazza della Repubblica. «Anche lì nessuna macchina disponibile per altri venti minuti, poi finalmente è arrivato un tassista». Una volta salita in auto, Luisa Todini ha chiesto all’autista se ci fosse stato qualche sciopero. «Il sabato siamo a metà turno» ha risposto il conducente. «Ma come è possibile lasciare a piedi tutta quella gente?», ha domandato sorpresa l’imprenditrice. «C’erano tanti turisti stranieri con valige pesanti».

SABATO, GIORNO DI TURNI
Il presidente di Uritaxi ha cercato di rimediare al disagio, spiegando l’effettiva situazione della mobilità romana.«I tassisti riposano un  fine settimana ogni due, quindi per forza il sabato e la domenica delle 7.800 auto bianche di Roma, ne girano la metà. Quando c’è la fila di solito i colleghi avvertono via radio», si è scusato Lorenzo Bittarelli. Luisa Todini, che era stata all’Esposizione di Milano per incentivare gli imprenditori esteri a investire in Italia, si è dimostrata dispiaciuta e delusa dall’accaduto. «Svolgo un ruolo pubblico e sono felice di raccontare le cose che funzionano, ma poi vedo che ci perdiamo in un bicchiere d’acqua», ha commentato amara la presidente di Poste Italiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*