Dolce e Gabbana, la sfilata è un selfie show

Nella collezione Italia is Love le modelle si trasformano in turiste del Belpaese. Si scattano foto che pubblicano in passerella sull'account Instagram del brand. Gli abiti sono semplici ma decoratissimi e super colorati.

DGCosa fa un turista appena sbarcato in Italia? Va a mangiare, fare shopping, visitare le bellezze della Penisola e, ovviamente, si scatta  selfie ovunque. È proprio un omaggio all’Italia il selfie show di Dolce e Gabbana, che ha portato in passerella una novità assoluta: le modelle, dopo aver sfilato, si sono fermate per farsi uno scatto con il pubblico, subito pubblicato sull’account Instagram del brand. Le ragazze hanno interpretato infatti delle turiste straniere appena sbarcate nel Belpaese, rappresentato da un set allestito con tanto di ristorante con tavolini, negozio di ceramiche e di souvenir e persino un teatro dei pupi. E la collezione Italia is love è proprio un tributo al paese di monumenti come il Colosseo e di posti incantevoli come Capri o Portofino, le cui immagini da cartolina sono riprodotte su abiti, bluse, gonne e completi.

RICAMI E APPLICAZIONI FATTE A MANO
I loro abiti sono uno diverso dall’altro: «Non c’è una tendenza, abbiamo fatto tutto ciò che ci piace», hanno spiegato Dolce e Gabbana, precisando che la collezione è fatta di abiti semplicissimi, ma non minimali, anzi, decoratissimi, con molte lavorazioni e applicazioni fatte a mano. Le uscite sono 90, un’orgia di colori e ricami per gli occhi, una festa per i clienti: si comincia con l’abito in raso giallo, corto e svasato, con ricamato ‘Italia is love’, per poi passare alla brassiere e alla longuette in pizzo nero, allo chemisier a righe, all’abito chantilly dove i cristalli formano la scritta ‘Portofino’, al modello con la Torre di Pisa e al prendisole con i limoni. Sul tubino macramé è ricamata una signora che prende il sole sotto l’ombrellone, sul caftano di seta fluttuante sono stampati dei motivi di maioliche, su shorts e gonne ci sono nappine e passamanerie che sembrano presi dai carretti siciliani, sulla longuette c’è il David di Michelangelo.
Nell’uscita finale, sulle note di That’s amore ogni modella ha un abito diverso, dedicato a una delle città simbolo del Paese, da Capri a Portofino, da Pisa a Verona. «Sappiamo bene che è un sogno» – avvertono gli stilisti – «non siamo retrò ma nostalgici e ci piacerebbe che l’Italia tornasse così».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, donna, Fashion, video Argomenti: , , , Data: 28-09-2015 02:19 PM


Lascia un Commento

*