Sfila la rock Tod's band

Sotto la direzione creativa di Alessandra Facchinetti il marchio italiano ha virato verso la pelle, i biker e il nuovo logo con la doppia T. E l'imperdibile borsa icona Wave.

FASHION-ITALY-WOMEN-TODSSotto la direzione creativa di Alessandra Facchinetti il mondo Tod’s ha subito una svolta rock. Alla Milano Fashion Week, il marchio italiano si è presentato in passerella con una band formata da 15 personalità forti incaricate di raccontare al meglio la nuova collezione primavera/estate 2016. Donne, non solo modelle di professione, che nella vita suonano, filmano, fotografano, recitano. Tra loro una delle nipoti di Hemingway, Langley Fox, la figlia di Mick Jagger e Jerry Hall, Lizzy, e Julia Restoin Roitfeld, tutte raccontate in una serie di ritratti firmati dalla fotografa Sonia Sieff, che fa parte della Tod’s Band.

PELLE MON AMOUR
«Abbiamo voluto raccogliere identità e personalità diverse. In sfilata ci sono modelle ma anche ragazze che non hanno mai sfilato», ha spiegato Alessandra Facchinetti, da due anni e mezzo direttrice creativa di Tod’s. «Con questo progetto visualizziamo il potenziale di Tod’s, più diretto, con contaminazioni dalla vita e dalla strada». Il must have della nuova collezione è la giacca biker, personalizzata con patch a forma di chitarra. Ed è proprio questo il dettaglio che firma i pezzi classici: compare nelle chiusure, personalizza le calzature (primo fra tutti il gommino), chiude le cinture e ricama a filo le pantofole. Il tema della sfilata è la pelle declinata nei pantaloni in camoscio a vita alta, nelle gonne a ruota traforate e nelle casacche con preziose lavorazioni. «Ci sono camicette in mille declinazioni», ha aggiunto Alessandra Facchinetti. «Abbiamo usato anche i tessuti camiceria come nuova base per lavorare la pelle». E poterla indossare con disinvoltura, portandola incrociata oppure annodata con naturalezza.

LA NUOVA BORSA ICONA
La novità della collezione primavera/estate 2016 è la borsa icona Wave, che si plasma come un’onda. Dalla versione macro alla micro ha la tracolla intercambiabile e lavorazioni artigianali, come la preziosa versione Argyle a macro rombi in pitone e pelle multicolor. Negli accessori arriva anche il nuovo logo Double T, con due T che si incrociano. Niente tacchi alti in passarella, ma tante calzature flat: i classici della griffe sono rivisitati in chiave rock-lussuosa. Il gommino è iper decorato con spille, cristalli, con un patch a chitarra oppure in versione laserata e chiusa come una cintura.

Immagine anteprima YouTube
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*