Stupro, insulti choc su Facebook

Filippo Roncato, 22 anni, è accusato di violenza sessuale nei confronti di una minorenne. I commenti sulla pagina social del ragazzo però sono quasi tutti contro la vittima.

violenze-sulle-donnePer il popolo di Facebook non ci sono dubbi: Filippo Roncato è innocente. Secondo i tanti post pubblicati dagli amici, il 22enne di Loreggia, accusato dello stupro di una quindicenne, non avrebbe mai potuto fare una cosa del genere. «È lei ad averlo voluto, perché si sa le ragazzine non sono tutte sante», è uno dei commenti più frequenti che si leggono sulla pagina del ragazzo. Il processo online si è già consumato e la colpevole sembra essere la presunta vittima.

Il mondo è fatto di persone che per farti del male sono disposte a tutte, sono disposte a dichiarare il falso, sono…

Posted by Filippo Roncato on Venerdì 4 settembre 2015

 

LA VICENDA
Filippo Roncato, 22 enne della provincia padovana, e una ragazzina di 15 anni, di cui le autorità giudiziarie non hanno diffuso il nome, si sarebbero incontrati il 22 agosto alla discoteca Eurobaita di Castelfranco Veneto. Lì si sarebbe consumato lo stupro di cui è accusato il giovane. Durante l’interrogatorio di garanzia del 16 settembre il ragazzo si è avvalso della facoltà di non rispondere ed è stato poi condotto agli arresti domiciliari. Come misura cautelare gli è stato vietato l’uso dei social network, quindi Filippo Roncato non ha potuto ancora vedere le tante manifestazioni di amicizia e sostegno che sono piovute in sua difesa sulla sua pagina Facebook. Per il popolo social è lei a mentire e a rovinare la sua reputazione.

TUTTI IN SUA DIFESA
I commenti su Facebook contro la presunta vittima sono pesanti, tendono all’insulto e sono un trionfo dei peggiori luoghi comuni sulle giovani ragazze. Si parte con una dichiarazione generica, «Non sono delle sante, sono quasi tutte facili le quindicenni di oggi», per poi arrivare a condannare con certezza la presunta vittima:«La ragazzina ci è stata, come in un rapporto normale e lei ne era consapevole quindi la colpa di tutto va a lei che si è inventata lo stupro». C’è chi è sicuro della brava condotta di Filippo, «Io ho la conferma che non saresti mai capace di fare una cosa del genere, vedrai che la verità viene fuori!», e chi si è già autoproclamato giudice. «Si capisce dai che è tutta una falsa da parte di lei se è vero che già il giorno dopo andava in giro a vantarsi come niente fosse …se una viene stuprata qualunque età abbia resta sconvolta e non esce di casa per un bel pezzo credo perche ha paura che possa riaccadere e di sicuro non va a dirlo in giro anzi …».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , , , , Data: 18-09-2015 05:56 PM


Lascia un Commento

*