La storia del femminismo in una app

Nasce Heirstory, il primo grande archivio digitale sulle lotte delle donne dagli Anni '70 a oggi, accessibile anche su smartphone. A Roma 500 luoghi storici segnalati sulle mappe.

femminismo

Le grandi lotte delle donne negli Anni ’70 escono dagli scaffali delle biblioteche per diventare parte di un grande archivio tecnologico.
Immagini e documenti legati alle manifestazioni femministe protagoniste di un ambizioso progetto: la creazione del primo grande archivio del femminismo storico romano (gruppi, collettivi, Centri e Associazioni delle donne): Herstory: I luoghi delle donne.
L’archivio è accessibile sia attraverso un sito (www.herstory.it) sia attraverso un’app costruita come una speciale guida ai luoghi di attività e mobilitazione delle donne di Roma e del Lazio dagli Anni ’70 a oggi.

UN’APP, 500 LUOGHI
L’app, disponibile in tutti gli AppleStore e nei PlayStore, è costruita per mappe: su ognuna sono segnati oltre 500 luoghi di interesse in cui si sono tenute manifestazioni, o in cui sono nati circoli e associazioni come il Crac – Comitato romano per la liberalizzazione dell’aborto e della contraccezione. I luoghi d’interesse sono segnalati da puntatori su una mappa, per ognuno di essi è possibile visualizzare una scheda informativa sintetica e una più dettagliata, ma anche foto e documenti d’archivio, e segnalazioni di attività commerciali gestite da donne.

UN PATRIMONIO STORICO
Un’applicazione voluta per «permettere una visita ai luoghi cari al movimento delle donne, per conservare in formato digitale un importante patrimonio storico e documentario, per trasmettere alle giovani generazioni un’eredità ricchissima, sia sul piano intellettuale che culturale, troppo spesso dimenticata o misconosciuta», ha spiegato Giovanna Olivieri, ideatrice – assieme a Valeria Santini – del progetto realizzato da Archivia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , , , , Data: 18-09-2015 04:47 PM


Lascia un Commento

*