«Ferma il bullismo»

Il nuovo spot di Telefono Azzurro contro il fenomeno in aumento che nel 68% dei casi si consuma tra i banchi di scuola: «Quello che subisci da piccolo può segnarti tutta la vita».

spot-bullismoIn occasione della riapertura delle scuole, Telefono Azzurro riporta l’attenzione sul tema del bullismo con il progetto di comunicazione no-profit (per il web e la tivù) realizzato dall’agenzia Armando Testa. Lo spot, dal titolo Ferma il bullismo, ha l’obiettivo di far parlare di un fenomeno in aumento, che nel 68% dei casi si verifica in classe, dietro ai banchi di scuola. Le cui vittime troppo poco spesso trovano il coraggio di denunciare. Secondo gli ultimi dati raccolti da Telefono Azzurro infatti, solo un bambino su cinque informa un adulto di esserne stato vittima.

ANCHE SE CRESCI NON DIMENTICHI
Lo spot racconta la storia di un uomo che nella quotidianità rivive ossessivamente le violenze di cui era stato vittima molti anni prima. Immagini forti che restano impresse, come d’impatto il claim finale: «Quello che subisci da piccolo può segnarti tutta la vita». Il messaggio è chiaro: anche se si cresce, le violenze subite non si dimenticano.

IL 10% DELLE VITTIME TENTA IL SUICIDIO
Le vittime di bullismo sono esposte al rischio di suicidio con una probabilità doppia rispetto ai coetanei (secondo ricerche internazionali a tentare il suicidio è il 10% delle vittime). Mentre il 30% compie atti di autolesionismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*