Università, niente Italia tra le prime 100

di Camilla Colombo
La dodicesima edizione del World University Rankings conferma al primo posto della classifica il Mit di Boston. Il Politecnico di Milano per la prima volta è tra le top 200.

Sostieni_PolitecnicoPer il quarto anno di fila vince la classica delle migliori università al mondo il Massachusetts Institute of Technology, (Mit), mentre la prima italiana a comparire tra le top è il Politecnico di Milano che si piazza al 187° posto. Per la prima volta un ateneo italiano si classifica tra i migliori duecento istituti secondo il World University Rankings redatto da Qs.

CONFERME E NOVITÀ
La dodicesima edizione del World University Rankings conferma gli Stati Uniti come leader nell’istruzione universitaria. Nelle prime dieci posizioni compaiono cinque atenei americani, quattro inglesi e la svizzera ETH Zurich che per la prima volta entra nella top ten al nono posto. Prende la medaglia d’argento l’università di Harvard, mentre Cambridge e Stanford condividono a pari merito il gradino più basso del podio. Le novità più interessanti arrivano dal mondo orientale. I due più importanti atenei di Singapore si piazzano tra i primi quindici al mondo. La National University of Singapore, al dodicesimo posto, è la migliore università asiatica in classifica.

BOLOGNA SI AVVICINA AL POLITECNICO
E l’Italia? A parte il Politecnico di Milano che per la prima volta entra nella classifica delle migliori duecento università sul pianeta e l’Università di Bologna che sfiora un simile traguardo (n.204), l’altro ateneo in buona posizione è l’Università degli Studi di Roma – La Sapienza al 213° posto. Seguono poi l’Università degli Studi di Milano (306), l’Università degli Studi di Padova (309), il Politecnico di Torino (314) e l’Università degli Studi di Pisa (367) tra le migliori 400 al mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*