Chiedono il tema di maturità del figlio morto. La scuola dice no

Succede al Liceo Classico Jacopo Stellini di Udine. Il preside non ha nemmeno risposto alla richiesta dei due genitori.

stelliniTutto ciò che chiedevano era un ricordo del proprio figlio, morto a 22 anni. Ma la sorda burocrazia non gliel’ha permesso, dapprima ignorandoli e poi ribadendo che se la legge è quella, c’è poco da fare. È successo a una coppia di coniugi di Udine, che avevano chiesto una copia del tema di maturità scritto dal figlio nel 2010. Un tema che aveva riscosso il plauso di tutti gli insegnanti. Ma che i genitori non potranno mai leggere.

SITUAZIONI UMANAMENTE RILEVANTI
Al momento, il tema giace negli archivi del Liceo Classico Jacopo Stellini di Udine, in un pacco debitamente sigillato che, secondo la legge, potrà essere aperto solo per la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti e alla presenza di due testimoni. Poco da fare, a quanto pare, per le situazioni umanamente rilevanti. Ma, ad addolorare i genitori, non è stata tanto l’applicazione della legge, quanto piuttosto il muro di silenzio e indifferenza che hanno dovuto affrontare, e che hanno denunciato in una lettera a il Giornale.

UN PRESIDE ARROCCATO NELLA BUROCRAZIA
Se, da una parte, l’assessore provinciale alla scuola si è rivelato ben disposto ad accogliere i genitori e a spiegar loro come comportarsi, e cioè rivolgendosi al preside, proprio quest’ultimo si è distinto per un silenzio tenace che ha voluto difendere, con singolare caparbietà, anche una volta raggiunto dai cronisti: «È il silenzio-rigetto: da norma di legge se dopo 30 giorni non c’è accoglimento dell’istanza, questa si ritiene rifiutata». E, forte di tutti i lacci e lacciuoli che sostengono la sua posizione, ha continuato imperterrito sulla strada burocratica: «Se i genitori ritengono che la mia valutazione sia sbagliata possono rivolgersi alla Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi presso la Presidenza del Consiglio o al Tar. Basta una domanda in carta semplice, non costa niente». Così come non sarebbe costato niente inviare una mail di risposta ai due genitori in lutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , , , , , Data: 10-09-2015 12:20 PM


Lascia un Commento

*