Too Young To Drink, la campagna contro l'alcol in gravidanza

Un recente studio italo-spagnolo ha dimostrato che bere in gravidanza fa male al bebè, anche se in piccolissime dosi. Le tracce di alcol sono rilevabili sia nel capello materno che nelle feci del neonato.

alcol gravidanzaBere alcol in gravidanza fa male al bebè, anche se in piccolissime dosi.
È quanto ha dimostrato l’ultimo studio scientifico italo-spagnolo sulla sindrome feto-alcolica, diretto da Simona Pichini dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e in pubblicazione su Clinical Chemistry and Laboratory Medicine.
La ricerca, condotta su 168 coppie mamma-neonato (dell’Hospital del mar di Barcellona) ha dimostrato che quantità modeste di alcol consumate durante tutta la gravidanza sono rilevabili sia nel capello materno che nelle prime feci neonatali. Pertanto anche bevendo poco ma spesso, il feto è esposto all’alcol materno. Un messaggio importante che giunge proprio in occasione della Giornata mondiale sulla Sindrome feto-alcolica che da 16 anni si svolge il 9 settembre. Per l’occasione la European Fasd Alliance presenta l’edizione 2015 di Too Young To Drink («troppo piccolo per bere»), campagna di comunicazione mirata a promuovere la consapevolezza sui rischi della FASD. La campagna è patrocinata da Istituto Superiore di Sanità e Ministero della salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , Data: 09-09-2015 05:37 PM


Lascia un Commento

*