Il Dna ci svela quanto invecchiamo velocemente

Grazie a un test messo a punto dal King's College di Londra è possibile stabilire l'età biologica del corpo, quindi sapere se si è a rischio di patologie come tumori o Alzheimer.

anzianiCon un semplice test del Dna è possibile stabilire l’età biologica del corpo e la velocità dell’invecchiamento, un parametro molto più utile di quella anagrafica per sapere se si è a rischio di patologie come i tumori o l’Alzheimer.
A metterlo a punto è stata una ricerca del King’s College di Londra pubblicata da Genome Biology. Per capire quali siano i geni ‘sentinella’ dell’invecchiamento i ricercatori sono partiti dall’analisi dei marker nel sangue dell’attività di 54mila geni in una popolazione di persone sane tra 25 e 65 anni, per poi isolare i 150 più predittivi. Il pool trovato è stato poi testato in un gruppo di persone intorno ai 70 anni in Svezia, di cui è stato possibile predire esattamente il rischio di malattia e di morte nei cinque anni successivi.

TROPPO ANZIANO PER DONARE GLI ORGANI?
L’analisi andrà in sperimentazione in alcuni centri trapianti per stabilire se una persona teoricamente troppo anziana per poter donare gli organi è in realtà ancora ammissibile, ma potrebbe essere usata per molti altri scopi. «Potrebbe modificare il modo di fare gli screening per i tumori» – ha spiegato Jamie Timmons, uno degli autori della ricerca, al sito della Bbc – «perchè nelle persone che invecchiano più in fretta andrebbero fatti prima. E può essere uno strumento utilissimo per predire l’insorgere delle demenze».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, wellness Argomenti: , , , Data: 09-09-2015 10:24 AM


Lascia un Commento

*