Venezia 72, aborigeni da red carpet

di Federico Capra
Sul tappeto rosso della rassegna cinematografica hanno sfilato, in abiti tradizionali, i protagonisti di Tanna, un film sugli abitanti di una piccola isola al largo delle coste australiane.

ITALY-FILM-FESTIVAL-VENICELa settima giornata della Mostra Cinematografica di Venezia, giunta alla sua 72esima edizione, ha visto il trionfo dei look stravaganti. A tener banco sono stati soprattutto gli outfit maschili. I registi Martin Butler e Bentley Dean, ad esempio, hanno calcato il red carpet in sandali, collanine e fasce per capelli (pochi tra l’altro). Il premio per l’abito più bizzarro, tuttavia, spetta ai protagonisti del film TannaMarie Wawa e Mungau Dian hanno sfoggiato gli abiti tradizionali degli aborigeni australiani: dei completi fatti unicamente di paglia e foglie. Ma tra le celebrità che hanno sfilato sul tappeto rosso del Festival non ci sono stati solo vestiti eccentrici. Alcune star si sono distinte con completi degni di una favola: da Lidya Liberman a Nancy Brilli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*