«Scientology cercò una moglie per Tom»

Anette Johansen, ex della setta, ha raccontato di aver partecipato alle selezioni per trovare la donna ideale dell'attore. «Mi fecero una serie di domande sui miei gusti e orientamenti sessuali».

tom cruiseScientology si era incaricata di cercare la moglie perfetta per Tom Cruise. Così, da setta religiosa si sarebbe trasformata in agenzia matrimoniale. Lo sostiene la bionda norvegese Anette Iren Johansen, che ha raccontato di aver partecipato alle selezioni della donna ideale per l’attore che avvennero in totale segretezza oltre dieci anni fa, dopo la fine della relazione di Cruise con Penelope Cruz.
All’interno di Scientology, a cui aveva aderito nel 2002, Annette veniva spesso chiamata per testimonianze e conferenze. Nel gennaio del 2005, ha raccontato, fu invitata a partecipare a un progetto misterioso. «Fui interrogata – dice – su ogni aspetto della mia vita: radici, famiglia, tutto ciò che avevo fatto fino ad allora per loro». Alla fine le chiesero di firmare un documento dove si impegnava a non rivelare nulla del colloquio.

UNA SERIE DI DOMANDE SULLA SUA VITA SESSUALE
La bionda norvegese, spiega il Daily Mail, qualche giorno dopo ricevette una telefonata dalla Golden Era Production in California che le face una serie di domande personali: le chiesero se avesse qualche tipo di perversione sessuale, se fosse omosessuale o se le piacessero i rapporti a tre. La Johansen, sempre secondo il Daily Mail, fu una delle donne sentite per ‘sistemare’ Tom Cruise tra il 2004 e il 2005.
Lo conferma la testimonianza di un altro ex della setta che ha assicurato di aver visto un filmato che presentava le candidate. Mark Headley  si è detto più che sicuro: «Certo erano le selezioni per trovare una compagna a Tom Cruise. Facevano domande sulle tendenze sessuali perché volevano una persona assolutamente perfetta secondo i loro criteri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , Data: 02-09-2015 12:59 PM


Una risposta a “«Scientology cercò una moglie per Tom»”

  1. Luigi Brambani scrive:

    Anette Johansen fa parte di un piccolo gruppo di apostati che stanno cercando di denigrare la loro precedente religione, Scientology.

    Una delle menzogne che usa per questo scopo è quella di cui sopra, ma, come spesso succede a chi mente, la Johansen alcune volte si è contraddetta dicendo a certi media che il provino lo aveva fatto a Copenhagen e ad altri a Los Angeles.

    Anette Johansen è connessa a Marc Headley, un altro apostata espulso per abusi che, per vendetta, ha intentato due cause futili contro la Chiesa, perdendole entrambe e venendo condannato a risarcire danni per 42 mila dollari.

    Headley è noto anche per aver fornito storie inventate su Scientology ad alcuni media americani in cambio di soldi. [http://www.freedommag.org/going-clear/white-papers/marc-headley.html]

    La Chiesa di Scientology si occupa della crescita spirituale dei suoi fedeli e patrocina attività che hanno lo scopo di contribuire al miglioramento della società, non si occupa di altro.

    Chiunque desideri avere informazioni corrette su Scientology, i suoi principi, le sue pratiche e le sue attività sociali, può visitare il sito http://www.scientology.it.

Lascia un Commento

*