Senza arti per colpa di un farmaco

Tina Romanelli si è ammalata di focomelia per colpa del talidomide, sedativo anti-nausee che veniva somministrato alle donne in gravidanza negli Anni '50 e '60. Ora chiede allo Stato di essere risarcita. Insieme alle altre vittime.

ROMANELLI

La focomelia è una malformazione congenita che non permette agli arti di svilupparsi. Ne è malata Tina, 46 anni, una donna che porta scolpiti sul proprio corpo i segni di un vero e proprio scempio: quello che almeno 500 italiani nati tra il 1958 e il 1969 hanno pagato per colpa del talidomide, il farmaco che negli Anni ’50 e ’60 veniva venduto come sedativo contro le nausee alle donne in gravidanza.
Ma lei, Tina Romanelli, come racconta il quotidiano La Stampa, non ha intenzione di arrendersi al destino che le spetta. Sul suo fisico sono tangibili i segni della malattia: le mancano le braccia, e la colpa è del Contergan, il più utilizzato tra i farmaci (da banco) a base di talidomide. Nel mondo sarebbero ben 7 mila le vittime di questo atroce cortocircuito Senza contare il numero di aborti spontanei e dei feti nati morti.

CHIEDE EQUITÀ PER TUTTI I MALATI
Tina, come spiega ancora La Stampa,  è divenuta portavoce delle istanze dell’ultima fetta di italiani rovinati dai danni dal talidomide, per chiedere una sola cosa: la possibilità di vedersi riconoscere un indennizzo da parte dello Stato, che al momento provvede a questa forma di risarcimento – nei casi più gravi è di poco superiore a 4 mila euro al mese – solo per le persone danneggiate dall’uso del farmaco nate tra il 1958 e il 1966. Una misura inserita in extremis nella manovra finanziaria del 2008, ma che esclude quindi l’ultima quota di connazionali: quelli nati fino al 1969. Alla base della scelta motivazioni di tipo fattuale e giuridico, visto che il farmaco era stato vietato alle donne incinte dal Ministero della sanità dal 1962 (ma rimase per anni in commercio nelle farmacie), scagionando quindi lo Stato decorso un certo numero di anni dal divieto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti, Top news Argomenti: , , , , Data: 01-09-2015 02:17 PM


Lascia un Commento

*