Troppe ore seduto? Rischi l'embolia polmonare

di Giulia Mengolini
Lo rivela uno studio londinese durato ben 18 anni. La ricerca, condotta su oltre 86 mila persone, ha dimostrato che trascorrere cinque o più ore al giorno davanti al piccolo schermo raddoppia il pericolo.

bldhs050083jakeChe passare troppo tempo seduti davanti alla tivù non facesse bene lo sapevamo, ma probabilmente ignoravamo che ci espone a un maggior rischio di embolia polmonare fatale, anche nota come «sindrome della classe economica».
A rivelarlo è uno studio durato ben 18 anni e presentato da Toru Shirakawa del dipartimento di Medicina Sociale dell’università di Osaka al congresso della Società europea di cardiologia (Esc) in corso a Londra.
La ricerca, condotta su oltre 86 mila persone di età compresa tra i 40 e i 79 anni, ha dimostrato che trascorrere cinque o più ore al giorno davanti al piccolo schermo significa raddoppiare il rischio di embolia polmonare fatale rispetto a chi invece si limita a meno di due ore e mezzo al giorno.
In Italia, l’incidenza è di 100 nuovi casi per 100 mila abitanti e, se la patologia non viene trattata tempestivamente con dei farmaci anticoagulanti, può essere fatale (mortalità pari all’11%).
Cosa fare per combattere questo pericolo? Gli esperti consigliano gli stessi stratagemmi che andrebbero applicati durante un volo intercontinentale: alzarsi spesso, fare movimenti con braccia e gambe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news, wellness Argomenti: , , , Data: 31-08-2015 06:34 PM


Lascia un Commento

*