Come ti ribattezzo la città

Alcune femministe hanno appiccicato nuovi nomi sopra le targhe delle vie parigine. Il motivo? Troppo poche strade intitolate alle donne.

1963888lpw-1963954-article-jpg_3024915Assomiglia a una versione toponomastica del Risiko la sfida lanciata dalle femministe parigine all’amministrazione della città. L’associazione Osez le feminisme, infatti, ha invaso le strade di Parigi appiccicando targhe adesive sui tradizionali nomi delle vie. Il motivo? La scarsa rappresentanza di personaggi femminili negli indirizzi della città.

VIE MOTIVAZIONALI
Secondo quanto sostenuto dall’attivista Aurelia Spéziale, «solo il 2,6% delle vie e piazze parigine portano un nome di donna». Ecco perché diventa necessario riequilibrare la situazione, nell’ottica della tanto predicata parità di genere. Secondo le femministe, una maggiore presenza di nomi femminili importanti nelle vie della città potrebbe essere un’importante fonte di ispirazione e motivazione per le donne, giovani e meno giovani.

6710cc837DONNE DI PERIFERIA
L”attacco’ dell’associazione femminista si è concentrato sulla Ile de la Cité, vero e proprio cuore di Parigi. Le vie e le piazze intitolate alle donne, comunque, stanno cominciando lentamente a diffondersi, grazie anche all’impegno del sindaco (donna) Anne Hidalgo, ma per forza di cose si tratta di vie nuove e periferiche, ben lontane dalla Parigi ‘che conta’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*