«Pensavo fosse una donna»

Pupo racconta le sue curiosità omosessuali e di quella volta in cui incontrò un travestito. Poi spiega di amare il sesso da sudati e le partner non depilate.

Conferenza stampa di presentazione del nuovo canale "Agon Channel Italia"«Ho avuto anche tentazioni omosessuali. Una volta, per errore, anche praticate. Con un travestito all’hotel Windsor di Milano, ma pensavo fosse una donna. [Dopo averlo scoperto] Ero troppo eccitato. Non ce l’ho fatta a tornare indietro». A parlare è Pupo, che in un’intervista a cuore aperto su Diva e donna dove parla di sé, delle sue esperienze e della sua insaziabile virilità.

AMORE A TRE
Intervistato da Giancarlo Dotto, Pupo ha rivelato molti dettagli della propria vita privata, indugiando molto sulle molteplici sfaccettature delle sue esperienze erotiche. A partire dalla felice relazione a tre che lo vede al centro di un triangolo completato dalla moglie Anna e dalla compagna Patricia, che sembrano andare molto d’accordo tra loro.

ORMONI CONCENTRATI
Pupo ha poi spiegato qual è la sua donna ideale: «Mi piace la donna androgina. Poche tette. E molto pelosa. Non mi piacciono le donne depilate. Nemmeno sotto le ascelle. Il sesso da sudati è la cosa più bella. L’odore prima che arrivi all’afrore». Pupo ha ricordato poi gli anni in cui era preda di irrefrenabili impulsi sessuali. Causati, spiega, dalla piccola statura: «Più raccolto sei, più sei soggetto a tempeste ormonali». E, probabilmente, proprio a causa dei picchi testosteronici non riuscì a «tornare indietro» con quel travestito dell’hotel Windsor.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 14-08-2015 05:02 PM


Lascia un Commento

*