La forza del Congo in una foto

'Move Forward' è la foto di copertina del progetto del fotografo congolese Kiripi Katembo. «Le donne mandano avanti il Paese e a loro dobbiamo dire grazie». Guarda la gallery.
Foto di Kiripi Katembo.

Move Forward. Foto di Kiripi Katembo.

«Ho scelto di chiamare questa foto ‘Move Forward‘ per dire grazie alle donne, perché sono loro il vero potenziale del mio Paese, chi lo porta avanti». Sono le parole che l’autore delle scatto, il congolese Kiripi Katembo, ha usato in un’intervista al Guardian qualche giorno prima di morire di malaria a 36 anni.

LA FORZA DEL CONGO
La foto fa parte di un progetto, nel quale sono le donne a essere protagoniste, volto a cogliere momenti di vita e storie degli abitanti di Kinshasa attraverso le immagini riflesse nelle pozzanghere che spesso si formano in città. Anche perché, come ha spiegato lo stesso Katembo, i cittadini della megalopoli da oltre 10 milioni di abitanti ma in generale tutti i congolesi non amano essere fotografati senza permesso, anche se si trovano in uno spazio pubblico.  «Ecco perché ho iniziato a immortalarne il riflesso: era un modo per documentare le persone mentre vivono la loro vita». Le donne ritratte nella foto sono colte nell’atto di recarsi al mercato dove molte di loro hanno un’attività, vendono vestiti, cibo o hanno gestiscono ristoranti.

MANCA IL RISPETTO
Ma maggior parte delle famiglie in Congo sono povere. Le donne crescono i figli, si occupano dei mariti e vanno a lavorare per provvedere al mantenimento della famiglia. Eppure non vengono trattate con il rispetto che meritano e sono ancora gli uomini a essere visti al vertice della società», aveva continuato il fotografo. «Sono trattate come macchine, mentre gli uomini possono fare quello che vogliono. Mi viene da pensare a mia madre, morta lo scorso anno. Lavorava al mercato e nei campi, portava avanti la sua attività. A donne come lei dobbiamo tutti dire grazie.»

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*