Come ti truffo l'ISIS

di Matteo Mazzuca
Tre donne cecene hanno fatto credere ai miliziani dello Stato Islamico di volersi arruolare. Ma una volta ricevuti i soldi necessari per il viaggio in Siria, sono sparite.

An Iraqi woman in BaghdadSembravano essere i re incontrastati della propaganda online, ma chi di social colpisce di social perisce. Così alcuni miliziani dell’ISIS specializzati nel reclutamento online dei foreign fighters, sono caduti nella rete di un trio di donne cecene che ha sottratto loro una cifra equivalente a circa 3mila e 300 dollari.

LA STANGATA
Le tre truffatrici, che sono diventate delle vere e proprie eroine in tutto il mondo, avevano fatto credere ai loro contatti dello Stato Islamico di volersi trasferire in Siria per arruolarsi tra le file del Califfato. I reclutatori, ovviamente, sono rimasti favorevolmente impressionati dalla ferma volontà delle tre donne. Così, quando le tre hanno confessato di non disporre del denaro necessario per organizzare il viaggio, i miliziani non hanno esitato a sborsare 200mila rubli per pagare loro un biglietto per la Siria. Per poi vedere le ragazze intascare il denaro e chiudere l’account con cui comunicavano. Successo su tutta la linea per le tre truffatrici? Non proprio, perché la polizia cecena monitora costantemente le attività dei terroristi, visto che proprio la Cecenia è uno dei territori dove il richiamo dell’estremismo è più forte. Le tre ragazze sono state arrestate e redarguite per la loro condotta imprudente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , Data: 05-08-2015 10:44 AM


Lascia un Commento

*