Cina, se sei single non puoi congelare gli ovuli

di Alexis Paparo
Se non hai figli e non sei sposata prima dei 27 anni ti guadagni l'appellativo di 'donna avanzo'. E il nuovo divieto di conservazione delle uova toglie loro anche la possibilità di 'rimediare'.

ovuli

La difficoltà di essere donna in Cina si arricchisce, se mai ce ne fosse stato bisogno, di una nuova sfumatura. Se si è femmine, già riuscire a nascere è quasi un miracolo: la legge sul figlio unico, che fino al 2013 ha determinato l’aborto selettivo delle bambine, ha causato una sproporzione di genere che non ha eguali al mondo tanto che ormai nel Paese ci sono 33 milioni di uomini in più rispetto alle donne. L’infanzia, l’adolescenza e la vita adulta sono poi costellate  da discriminazioni, maltrattamenti e riconduzione di ogni donna cinese al modello di «brava moglie» e «madre», sempre «al proprio posto». Per chi non si incasella, e basta non essere sposata e non avere figli entro i 27 anni per essere considerata ‘diversa’, le difficoltà si moltiplicano. Una possibilità per ritardare l’ingresso nella schiera di mogli e madri, specie per le donne in carriera, era rappresentato finora dalla possibilità di congelare i propri ovuli in attesa del momento migliore o della persona giusta. Una porta che è stata socchiusa per le mogli e sbarrata per le single. Secondo il governo, il divieto sul congelamento delle uova è ufficialmente in atto per impedirne  il commercio illegale. Di fatto, se dovesse rimanere in vigore, toglierà alle donne anche la possibilità di scegliere quando avere figli.

UN DISEGNO ECONOMICO
Secondo Quartz.com, il movente sarebbe strettamente economico: dopo circa 30 anni di legge sul figlio unico, il governo cinese si sarebbe accorto che a breve potrebbero non esserci abbastanza giovani per guidare la crescita del PIL e prendersi cura di anziani. Così starebbe incoraggiando le donne ad avere un secondo figlio, e presto, senza rimandare la maternità. La possibilità di congelare le uova era diventata a questo punto un ostacolo.

DONNE AVANZI A 27 ANNI
Sheng nu ovvero ’donne avanzi’. È  così che vengono definite le ragazze single e senza figli con con più di 27 anni. Perché al divieto legislativo si sommano le pressioni psicologiche. E ‘aspettare l’uomo giusto’ senza compromettere le proprie possibilità di concepire viene stigmatizzato anche in altri modi. I media statali, come il giornale Xinhua, consigliano alle donne di «rimanere incinte tra i 24 e i 29 anni, perché altrimenti la gravidanza può essere pericolosa sia per la made che per il feto». E anche il sito tendenzialmente femminista All-China Women’s Federation ha scritto un rapporto sul tema intervistando un prestigioso ginecologo della Fudan University di Shanghai, una delle più antiche e selettive università cinesi, che avverte dei pericoli sulla conversazione delle uova e ha aggiunto: «Vorrei suggerire che le donne sane di avere figli piuttosto che  usare le uova come un ‘polizza di assicurazione’». E se per le attrici e le vip cinesi per aggirare il problema ‘basta’ rivolgersi alle costosissime cliniche straniere, per tutte le altre il problema rimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , Data: 04-08-2015 04:53 PM


Lascia un Commento

*