Scartato dagli etero, ma accolto dai gay

Dopo essere stato respinto tre volte perchè «nero, brutto e ritardato», un bambino brasiliano di quattro anni è stato accolto da una famiglia omosessuale.

2c0f9b69-e061-4f3e-8f32-6673203e812aHa appena quattro anni e da due viveva in un orfanotrofio in attesa di una famiglia che lo adottasse. Una storia triste, iniziata sin dalla nascita con due genitori affetti da una grave dipendenza dall’alcol. Dopo la morte della madre, il padre non ha voluto allevarlo consegnando il figlio alle cure dello Stato brasiliano.

I RIFIUTI
La prima donna a cui il bambino era stato affidato lo picchiava. I maltrattamenti non erano passati inosservati e la donna era stata denunciata dai vicini alle autorità. Il piccolo era tornato così in orfanotrofio. Dove però è stato ‘scartato’ da altre tre coppie: dalle prime due perchè «troppo nero», dall’ultima perchè «brutto e ritardato». Dopo il triplice rifiuto, il bambino è stato adottato da una coppia gay.

L’ADOZIONE
«Quando ci hanno avvisati che era stato trovato un bambino che si adattava al nostro profilo eravamo emozionatissimi», spiegano ai media Brasiliani il giornalista Gilberto Scofield Jr e il suo compagno Rodrigo Barbosa. «Sono quattro mesi che è nella nostra vita qui a Rio. Rilasciamo queste dichiarazioni unicamente per mostrare la nostra normalità, siamo una famiglia normalissima, due padri con il loro figlio, due gatti e il nostro cane», hanno concluso Gilberto e Rodrigo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , Data: 04-08-2015 01:29 PM


Lascia un Commento

*